Registrare i contatti in Fiera: gli strumenti efficaci 30/01/2020 – Posted in: Guida ai gadget

In fiera uso ancora metodi manuali per registrare i contatti, quali strumenti digitali efficaci consigliate?

Una domanda che spesso mi viene rivolta riguarda come poter registrare i nuovi contatti quando si espone ad una fiera, comodamente e rispettando il Codice della Privacy.

Prima di affrontare questo argomento specifico, desidero fare una doverosa premessa riguardo all’attitudine del pubblico delle fiere verso la tecnologia, su cui conviene riflettere.
I nati tra il 1980 e il 2000, i cosiddetti Millennials, rappresentano ormai da almeno 5 anni la maggior parte dei decisori all’interno delle aziende.  Tu stai facendo tutto il possibile per attrarre nuovi clienti composti da questo pubblico di riferimento?

Allora devi sapere che i Millennials tendono a preferire l’interazione tecnologica con un dispositivo per costruire relazioni.  Questo accade non per un’indole timida, quanto invece per una questione di praticità e velocità.  Basti pensare all’immediatezza dei social network, dei film in streaming e dei messaggi istantanei.
Ora pensa alla situazione in cui, durante una fiera, un visitatore si mostra interessato al tuo prodotto.  Lui desidera delle informazioni ulteriori, ma il tuo staff è impegnato in altri colloqui.  Pensi che quel potenziale cliente, nel bel mezzo di una fiera brulicante di offerte, abbia tempo e pazienza per starsene in attesa, aspettando che il tuo commerciale si liberi?

Per attirare il pubblico dei Millenials, devi essere in grado di soddisfare le loro esigenze e attitudini verso la tecnologia.

Tutti i miei clienti ormai utilizzano con grande profitto sistemi tecnologici di acquisizione contatti. Se qualcuno di voi quest’anno è stato a Vinitaly, avrà sicuramente visto parecchi totem con installati dei tablet per dare ai visitatori la possibilità di lasciare i propri dati, per iscriversi così alla newsletter dell’azienda espositrice di loro interesse.

Con questo processo, del tutto spontaneo e volontario, il tasso di conversione è aumentato di ben oltre il 350% rispetto ai precedenti sistemi, suscitando grandissimo entusiasmo e sgravando lo staff dal lavoro di raccogliere dati su moduli cartacei.  Così facendo gli addetti agli stand possono concentrarsi sul comunicare il loro core business, senza preoccuparsi dei dettagli tecnici.

Dopotutto chi va in fiera lo fa per promuovere sé stesso e raccogliere i contatti: è facile capire la potenzialità e il grande supporto che una simile tecnologia fornisce all’imprenditore.

 

A questo scopo, quale piattaforma utilizzare?
Veniamo al protagonista di questo articolo: la risposta che unisce una sopraffina eleganza nel risultato finale e la praticità di utilizzo, con un pizzico di immediatezza è: avvalersi del servizio mailchimp Subscribe
[il marchio mailchimp è previsto con la lettera minuscola, NdR].


Questa applicazione, disponibile sia per piattaforma Android che iOS, consente la creazione di raffinati form di iscrizione, piacevoli alla vista (mai dare per scontato il design) e di facile comprensione, sia per chi deve compilare i dati, che per chi deve realizzare il modulo.

Per sfruttare questa arma di Lead Generation non servono conoscenze tecniche particolari, il tutto è semplice e intuitivo, in quanto mailchimp ha saputo unire la facilità d’utilizzo al design, ottenendo un risultato finale degno di nota e della massima considerazione.


Quante volte capita di essere in fiera e non avere la connessione a internet?

In fiera senza rete? Nessun problema: mailchimp Subscribe è infatti pensata per lavorare anche offline. Proprio così, il team di sviluppo di mailchimp non ha lasciato nulla al caso, sviluppando questa soluzione per gli imprenditori, insieme agli imprenditori.

Tra gli aspetti fondamentali, oltre alla possibilità di lavorare offline e sincronizzare automaticamente con la lista scelta non appena disponibile una connessione, è da sottolineare l’intuitiva interfaccia di sviluppo.

Sarà possibile personalizzare tutti gli elementi: inserire il tuo logo, scegliere il background per adattarlo al contesto della Fiera e ai tuoi colori istituzionali, e quindi scegliere quali campi far compilare all’utente.

In merito alla compilazione, il mio consiglio è di non esagerare, e di chiedere ai visitatori solamente le informazioni strettamente necessarie.  Ogni domanda extra oltre alle essenziali, infatti, aumenta percentualmente il tasso di abbandono all’iscrizione.  Prevediamo solo il minimo indispensabile in questa fase.  Dopotutto ci dobbiamo far conoscere, è come essere al primo appuntamento: non vorremo mica spaventare il nostro interlocutore con un interrogatorio, vero? Certo che no!

Non va dimenticato che l’applicazione è in grado di funzionare in modo perfetto anche per più utenti contemporaneamente.  Si può dunque affermare che i ragazzi di mailchimp non hanno davvero lasciato nulla al caso: in questo modo potremmo utilizzare differenti tablet per raccogliere i contatti e farli confluire all’interno della stessa lista senza ritrovarci, alla fine della fiera, con 3000 fogli di carta sparsi, spesso con informazioni frammentarie e ortografie incomprensibili, rischiando di far scoppiare il parapiglia aziendale su chi ha scritto cosa e come (anche se alla fine la colpa è sicuramente dello stagista acclamato ad agnello sacrificale a furor di popolo 🙂

Ricapitolando i punti salienti:
●  Realizzazione di form elettronici personalizzati
●  Facilità di realizzazione, un’app estremamente user-friendly
●  Grafica altamente personalizzabile
●  Funziona perfettamente offline e sincronizza automaticamente i contatti quando trova una connessione
● Non ci sono limiti di dispositivi che possono utilizzarla contemporaneamente all’interno del gruppo di lavoro

Non dimenticatevi che su ogni lista di mailchimp può essere attivato un Automation, funzionalità estremamente preziosa, anch’essa pensata per sgravare dal lavoro il manager, già estremamente oberato.

Gli automation, in parole povere compiono automaticamente una o più azioni prestabilite a seconda che si verifichi un evento; se ne possono creare di ogni tipo, come ad esempio l’automatismo che consente di inviare all’utente che ci ha appena lasciato i suoi dati, un’email di benvenuto formale e perché no, un buono sconto per averci accordato la sua preferenza e la sua fiducia.

Oggi le informazioni viaggiano veloci, non dobbiamo essere noi a rincorrerle.  Anzi ma sono loro a doverci seguire, e mailchimp Subscribe è quello che ci serve per non perdere dati importanti.  Questa piattaforma ci aiuterà a custodirli e soprattutto lavorerà al posto nostro lasciandoci più tempo per dedicarci al nostro core business in tutta tranquillità.

Puoi scaricare mailchimp Subscribe a questi link:
mailchimp Subscribe per Android
mailchimp Subscrive per iOS

Se sei stato stimolato da queste tematiche, puoi commentare sotto. Svilupperemo insieme la Piattaforma per rispondere alle tue specifiche esigenze e aumentare così l’efficacia della tua Fiera.